Nuova recensione “Italia di Metallo”

http://www.italiadimetallo.it/recensioni/16105/aura/noise

AURA – Noise

(2015 – Spider Rock Promotion)

voto: 9.5/10

Gli Aura si presentano con il loro terzo album dal titolo ”Noise”, sotto etichetta discografica Spider Rock Promotion, ci presentano un album dalle forti tinte progressive metal con alcuni spunti che rimandano a mio avviso anche ad un progressive old style.

Entriamo a scoprire e poter apprezzare questo nuovo album degli Aura. Si parte con “No Hatred”, apprezzabile il riff guitar che supporta un po’ tutto il brano, il chorus è molto bello per quanto concerne linea melodica e arrangiamento. L’intermezzo del brano e l’assolo guitar sono stati congeniati molto bene.

“From Dust To Life”, possiamo ampiamente ascoltare in primo piano le keyboards, con degli arrangiamenti sontuosi dal mio punto di vista. Mi piace molto il modo di pensare del chitarrista dove si nota la sperimentazione, ma anche delle radici hard rock/blues.

“Behind My Eyes”, intro strumentale monumentale e glorioso per questo brano dal sapore ultra moderno, mai banale e mai scontato, dove anche quà le keyboards la fanno da padrone con intrecci musicali estremamente melodici. Sezione ritmica eccellente.

“Under Black Skies”, “Over The Ground” e “Silence In A Word” sono tre brani capolavoro, che guardano al futuro del progressive moderno, ma con una grande lezione intrinseca di progressive old style.

“Dream Of Memories”, riff guitar dal sapore funky/rock con venature cromatiche che danno il via ad un buon brano, con arrangiamenti e assoli degni di nota. Mi è piaciuta molto la performance vocale.

“On The River Time”, brano estremamente spinto, con una sezione ritmica che la fà da padrone. Molto bello il chorus del cantato con un intermezzo di chitarra che dalle sonorità, dà la sensazione di un suono pedal whammy, l’ho trovato estremamente gradevole. Il finale brano è spettacolare.

“Falling”, altro capolavoro da parte degli Aura che indomiti sfornano un brano incredibile.

“The Distant World”, brano dalle tinte acustiche che chiude questo album.

Che dire sugli Aura? Semplicemente hanno sfornato un album fantastico. Questi ragazzi creano musica di alta classe e senza tanti compromessi, a mio modo di vedere sono una punta di diamante del progressive metal italiano, questo album è da comprare e ascoltare. Consigliato a tutti i progster e non.

 

Pier Paolo Lunesu

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *